Conta più uno a far di si, che cento a dir di no!

Sull’applicazione dell’art.10 che prevede lo sconto immediato in fattura, i NO si sono sprecati. Tutti assolutamente giustificati, tutti motivati dalla impossibilità di applicare in toto lo sconto prospettato al cliente. E questi NO, scritti, firmati, raccolti, sono arrivati ben in alto, se è vero che in Parlamento giacciono ben 5 proposte di modifica. Là, per il momento, giacciono: l’attuale Ministro dello Sviluppo Economico è primo firmatario di uno di essi, per cui ci sono buone probabilità che l’art.10, cosi come lo conosciamo, abbia vita breve. Verrebbe da dire: ‘Teniamo duro, che ‘a da passà ‘a nuttata’

Ma ieri è iniziata in grande stile la campagna di un operatore non certo marginale che dice a tutti: LI PAGATE LA METÀ. Altre seguiranno, perchè nei corridoi le voci si susseguono; produttori italiani, esteri, gammisti, un po’ tutti si stanno muovendo.

E voi?

Avete dato un’occhiata a ‘www.sconto-diretto.it‘?  Avete fatto due conti? Siete sicuri che l’unica cosa da dire, sempre, a tutti i clienti, sia: ‘Valli a comprare da lui!’?

Anche quando il cliente è importante? Anche quando vuole un bel prodotto? Anche quando gli servono una serie di lavori complementari, oltre ai quattro serramenti?

Preferite aspettare che ve lo chiedano i clienti? Dopo che avete già fatto l’ultimo sconto, l’ultima trattativa, l’ultimo bagno di sangue?

Lo spazio c’è: magari esiguo, magari parziale, magari furbo (ma mai disonesto!), magari finalizzato ai clienti più sensibili perchè incapienti.

Noi, per il poco che possiamo fare, siamo pronti: pronti a darvi una mano nella parte tecnica e burocratica (che non manca mai), pronti a buttare qualche idea, che poi ciascuno svilupperà da se.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.