Il calcolo del risparmio energetico

Gli incentivi fiscali per il Risparmio Energetico sono ammessi per tutti quei lavori che, migliorando le prestazioni energetiche, riducano il fabbisogno di energia primaria per mantenere le condizioni di comfort.

Diversamente, se fossero semplicemente legati all’esecuzione di certe opere, si tratterebbe di aiuti di stato.

Il nuovo sito per le dichiarazioni ENEA 2018 esegue il calcolo semplificato del risparmio energetico che si consegue sostituendo i serramenti; il miglioramento della prestazione è legato al fatto che i nuovi serramenti presentano una Uw più bassa di quelli precedenti ed è legato alla severità del clima del luogo (i famosi GradiGiorno).

Nemmeno il sito versione 2018 esegue però il calcolo dei risparmi che si possono conseguire con l’installazione di chiusure oscuranti.

Nelle versioni precedenti era ammesso indicare che non vi era alcun risparmio (cosa per altro probabile quando si parla di sostituzioni di sistemi oscuranti già esistenti).

Ora, questa possibilità di indicare un valore di risparmio nullo è limitata ai casi in cui non sia presente nessun impianto di climatizzazione; in presenza di impianto di riscaldamento e/o di raffrescamento, il risparmio deve essere calcolato.

Enea, in una sua FAQ, suggerisce di considerare in modo diverso il caso di chiusure oscuranti propriamente dette (tapparelle, antoni, griglie), da quello di tende esterne; indica di considerare per le prime il risparmio dovuto al fatto che la nuova chiusura oscurante migliora la trasmittanza dell’insieme (serramento+chiusura) nel comportamento invernale, mentre suggerisce per le tende di valutare il minor apporto dovuto all’ irraggiamento solare nei mesi estivi.

Va detto che il risparmio che si puo’ conseguire sostituendo una tapparella con un’altra simile è davvero minimo e, in alcuni casi, potrebbe anche essere negativo.

Invece il risparmio dovuto alla nuova installazione di una tenda (laddove prima non ci fosse), può essere decisamente interessante.

Purtroppo, questi calcoli non sono di immediata esecuzione (senno’ il portale dell’ENEA li avrebbe svolti automaticamente), perchè richiedono un po’ di considerazioni ‘di contorno’ che è meglio lasciare a un tecnico abilitato a fare questi calcoli.

Per il momento, in ogni caso, l’importo della detrazione fiscale NON E’ CALCOLATO SUL RISPARMIO, ma solo sulla cifra totale spesa, quindi vengono agevolati anche interventi che presentano risparmi piccoli o anche nulli.  Finchè dura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.